Roberto Chessa

live your dream

Gli esami non finiscono mai

12 commenti

L’indimenticabile Eduardo de Filippo racchiudeva nella propria commedia – oltre 40 anni fa’ – un’amara verità.

Gli esami non finiscono mai : Il titolo di un fortunato copione da palcoscenico , diventato un modo di dire diffuso.

Questo dovrebbero tenerlo bene in mente i neolaureati presi dall’impeto di bruciare i libri una volta discussa la tesi.

Mi spiace deludervi, ma anche per voi gli esami non sono finiti. Probabilmente non userete più quei libri, ma ce ne saranno tanti altri che dovrete “mandar giù” , assimilando, questa volta.

Si perché come abbiamo già visto, il mercato del lavoro è diventato sempre più esigente e competitivo.

Le skills richieste vanno adeguate al mutare della tecnologia e dell’informazione .

Restare ancorati a vecchi standard lavorativi porta di conseguenza all’essere estromessi dal “mondo del lavoro”.

Avvocati, commercialisti, notai, ingegneri ; categorie abituate all’aggiornamento continuo, sanno bene che ormai non basta più lo studio e la  formazione tecnica.

Bisogna possedere le “ormai famose” competenze trasversali, o meglio, imparare a potenziarle.

Si migliora aggiornandosi costantemente, leggendo, studiando. Cercando di imparare sempre qualcosa di nuovo. A qualsiasi età , a prescindere dalla propria professione.

Voi cosa pensate della formazione ?

Ognuno di noi darà un parere, positivo o negativo, a seconda delle proprie esperienze personali. Associando in un unico calderone, le varie modalità di formazione, formatori e programmi didattici.

Si perché la formazione si diversifica in vari ambiti di applicazione.

Partendo dalla formazione scolastica, accademica, dove il professore riveste il ruolo di educatore, influenzando in un verso o in un altro lo sviluppo intellettivo e morale dell’adolescente.

La formazione professionale , dove si devono acquisire competenze tecniche/pratiche, da trasferire immediatamente nel mercato del lavoro.

La formazione obbligatoria, relativa alle normative cogenti.

La formazione tecnica, legata alla propria attività, prodotto, settore.

La formazione manageriale, dove oltre mettersi a confronto con differenti realtà produttive del nostro sistema economico, si acquisiscono nuovi strumenti efficaci per la propria crescita.

Parliamo di comunicazione, tecniche di vendita, leadership,e tante altre,  per finire con la tanto “discussa” formazione motivazionale. Tutti aspetti fondamentali nel ciclo produttivo economico.

La formazione in età adulta, nonostante una crescita negli ultimi anni, continua a riscontrare resistenze da parte di manager ed imprenditori. Soprattutto per il fatto che non la si conosce.

Sembra che il tempo da dedicare allo studio e alla propria crescita sia di esclusiva pertinenza dell’età scolastica. Quando si lavora non c’è il tempo di “rinchiudersi” in un’ aula.

E poi la formazione costa. Con tutti questi preconcetti si rischia di restare indietro senza poter valutare nuove modalità per migliorare le proprie capacità.

 

Chiudo questo post, rivolgendomi agli imprenditori che mi dicono :

<< ma se io spendo soldi per i miei collaboratori e poi questi se ne vanno ? >>

A loro rispondo :

<< cosa succede invece se tu non li formi e questi restano ? >>

Annunci

Autore: Roberto Chessa

https://rchessa.wordpress.com/

12 thoughts on “Gli esami non finiscono mai

  1. mai..
    il post che pubblicherò stasera però, propone che il focus sia il percorso, non il traguardo, non ci sono solo esami, ci sono anche lezioni, curiosi, interessanti, preziose!
    😉

    • il percorso è fondamentale …. se l’obiettivo è chiaro 🙂

      • .. mo.. per parlare!
        Dici che un percorso senza meta è inutile?
        Se il percorso è, ascoltare una lezione, guardare documentari, fare corsi di formazione professionale che magari in seguito trascurerai, solo per curiosità, solo per la sana curiosità di sapere e capire..
        Gli esami non finiscono mai.. ma il percorso non si interrompe mai!
        Non ci son solo traguardi!

      • Non vorrei però essere frainteso.. io son d’accordo con te..
        ma il mio modo di far conversazione è aprire nuove vedute!
        Ribadisco.. un annetto fa ho fatto un corso di programmazione in modern objective-c
        io non faccio programmazione, son consulente di immagine, son grafico e web designer,
        il corso però mi ha stimolato, mi ha allargato il know how, non mi ha dato mete ne traguardi, ha solo contribuito al mio ventaglio di integrazioni lavorative.. posso con maggiore consapevolezza lavorare alla realizzazione di app.
        Se poi consideri che ora swift stia già soppiantando l’objective-c, si gli esami non finiscono mai… ma intanto mettiamoci in cammino, perchè non saremo mai arrivati!
        Gli esami sono tappe, le mete son ceckpoint!

  2. Gran bella risposta! 😀

  3. Aggiornamento uguale progresso! Abbraccio,65Luna

  4. Più ci si aggiorna e più si è competitivi caro Roberto. Buona giornata. Isabella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...